Natsume Yuujinchou

18 Mar

Sin da quando era bambino, Takashi Natsume è in possesso di una forte forza spirituale ed è in grado di vedere gli Yōkai (gli spiriti del folklore giapponese), un potere ereditato dalla nonna Reiko. Un potere che è sempre stata causa per lui di problemi: orfano da quando era piccolo, Natsume è stato affidato a parenti vari, i quali lo ritenevano un bugiardo in cerca di attenzioni e un bambino difficile da gestire, per via delle storie che raccontava e a cui nessuno credeva. Anche fra i suoi coetanei veniva ritenuto un bugiardo.

A quindici anni viene affidato ai Fujiwara, una coppia di suoi lontani parenti senza figli che vivono nel paese natale della nonna Reiko e che accettano di buon grado il ragazzo, il quale per non causare problemi ai due decide di tenere nascoste le sue capacità e di non raccontare nulla sugli yōkai. Natsume entra in possesso di alcuni oggetti lasciatigli in eredità da Reiko, fra cui lo Yūjinchō (Libro degli Amici), un blocco che contiene i nomi degli spiriti sconfitti da lei e resi suoi servitori. Chiunque lo possieda ottiene anche il controllo su quegli spiriti e ciò lo rende molto appetibile per gli stessi yōkai.

Natsume prende quindi la decisione di restituire i nomi ai loro proprietari ma nel farlo incontra spiriti che vogliono il Libro degli Amici: mentre fugge da loro, Natsume libera per sbaglio Madara (ribattezzato poi dal ragazzo Nyanko-sensei), un potente spirito sigillato in un santuario e stringe un patto con lui: in cambio dei suoi servigi come guardia del corpo, Natsume gli cederà il libro alla sua morte.

Ho visto quest’anime un po’ di tempo fa. Subito all’inizio, non mi diceva tanto, poi andando avanti con la storia mi  ci sono appassionata.  Ho adorato il modo in cui hanno deciso di realizzare Takashi Natsume, così calmo, ma con un cuore grande, e anche se  la vita con lui, è stata crudele, aveva sempre un sorriso sulle labbra, educato e se poteva dava una mano agli altri. Deciso a restituire i nomi ai yōkai,  con l’aiuto del fedele “Nyanko-sensei”, gatto ciccione, che sempre aiuterà il protagonista.  Nell’anime non mancano momenti, comici . Dimenticavo di  kaname tanuma, anche lui possiede lo stesso potere di Natsume, in forma più leggera, personaggio molto sulle sue e tranquillo, ma legato da una profonda amicizia con Natsume, anche se vorrebbe essere ancora più di aiuto. Le sigle di apertura e chiusura sono molto belle, ma la mia preferita è “Aishiteru”,  ha un testo molto bello è profondo. Ho letto che tra qualche mese se non ricordo male ad Aprile, uscirà anche il manga, e non vi dico che non vedo l’ora di leggerlo.

Ciao Chaki

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: